Energia tariffe energia

offerte energia con Energia.

energia tariffe e Energia,

tariffe energia e alternativa,

costo energia e rinnovabile,

fornitura energia e solare,

tariffe confronto e fotovoltaico,

offerte energia e Energia,

tariffe energia per Energia;

tariffe energia e alternativa,

fornitura elettrica e rinnovabile,

confronto tariffe e solare,

prezzi confronto tariffe e fotovoltaico,

tariffe energia e Energia,

e alternativa,

prezzi energia tariffe per Energia;

energia tariffe e rinnovabile,

prezzi offerte e solare,

energia tariffe e fotovoltaico,

tariffe confronto e Energia,

tariffe energia aziende e alternativa,

prezzi energia tariffe e rinnovabile,

fornitura energia per Energia;

tariffe offerte e solare,

fornitura aziende e fotovoltaico,

Glossario delle sigle e dei termini utilizzati.

Elenco (in continuo agiornamento) dei termini in ordine alfabetico


Adduzione

In un impianto elettrico, trasferimento dell’acqua in prossimità della centrale.

Acquirente Unico

Società per azioni senza fine di lucro costituita dal Gestore della Rete di Trasmissione Nazionale. Garantisce la fornitura elettrica ai Clienti vincolati. Rappresenta questi clienti presso la Borsa elettrica.

Allacciamento

Nel servizio del gas è la condotta che realizza la connessione fra la rete di trasporto o di distribuzione e il punto di consegna e riconsegna; può comprendere impianti di trattamento del gas, impianti di riduzione della pressione e apparecchi di misura.

Alta tensione (AT)

Sono compresi in questa categoria tutti gli impianti con tensione nominale superiore a 1000 V in corrente alternata e a 1500 V in corrente continua.

Anno Termico

Periodo di dodici mesi, che intercorre tra il 1° Ottobre di un anno e il 30 Settembre dell’anno successivo.

Autorità

L’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas (AEEG o A.E.E.G) è un’autorità indipendente istituita con la legge 14 novembre 1995, n. 481 con funzioni di regolazione e di controllo dei settori dell’energia elettrica e del gas. L’Autorità è un organo collegiale, composto dal Presidente e da un Commissario, con il compito di "garantire la promozione della concorrenza e dell’efficienza" nei settori dell’energia elettrica e del gas, nonché "assicurare adeguati livelli di qualità" dei servizi.

L'Autorità per l'energia elettrica e il gas nello svolgere le proprie funzioni di regolazione e controllo ha, inoltre,competenze in materia di:

Bassa tensione

Tensione non superiore a 1000 V in corrente alternata e a 1500 V in corrente continua.

Bersani (Decreto Bersani)

Decreto Legislativo n. 79 del 19 marzo 1999 (in vigore dal 1° aprile successivo), in recepimento della Direttiva Comunitaria 96/92/CE. Introduce la liberalizzazione nelle attività di produzione, importazione e vendita di elettricità ai clienti idonei. Scopo del decreto è creare un sistema di libera concorrenza, pur regolamentato da precise norme di tutela del consumatore finale, nel rispetto del principio di pubblica utilità dell'energia elettrica.

Bilanciamento

Energia elettrica: attività finalizzata a mantenere l'equilibrio fra immissioni e prelievi di energia elettrica sulla Rete di Trasmissione Nazionale.

Gas: i soggetti che richiedono il servizio di trasporto sulla rete nazionale di gasdotti e sulla rete di trasporto regionale sono responsabili del bilanciamento tra l’energia immessa in rete e l’energia riconsegnata nei punti di uscita. Infatti ad ogni utente del servizio deve essere attribuita in riconsegna la stessa quantità di energia che è stata consegnata all’impresa di trasporto all’atto dell’immissione in rete (al netto di perdite e consumi della rete).

Cabina di regolazione e misura

La cabina di regolazione e misura, sita in un punto il più vicino possibile alla presa sul metanodotto e prossima all’impianto del cliente, ha lo scopo di permettere il collegamento fisico tra il metanodotto di alimentazione e la rete del cliente, e viene costruita nel rispetto di quanto previsto dalle normative vigenti.

Carbon tax

Tassazione dei combustibili energetici di origine fossile in base al loro contenuto di carbonio, al fine di ridurre le emissioni di anidride carbonica in atmosfera.

Cabina di decompressione

Impianto che consente di collegare gasdotti a pressioni differenti operando un abbassamento di pressione del gas mediante laminazione. In genere sono situati in prossimità delle utenze.

Captazione

In un impianto idroelettrico, intercettazione dell'acqua ed eventuale suo accumulo.

Catena GNL

Successione delle operazioni per il trasporto di gas naturale mediante navi. Comprende le fasi di liquefazione del gas naturale, trasporto marittimo dal terminale di liquefazione a quello di rigassificazione e vaporizzazione del GNL per riportarlo allo stato gassoso.

Centrale di compressione

Impianto che consente di garantire l’efficienza del trasporto del gas attraverso sistemi complessi (impianto di compressione e di spinta). Tali sistemi assicurano il giusto grado di esercizio, cui devono essere sottoposti i metanodotti.

La centrale di compressione, che può essere situata in prossimità di centrali di stoccaggio, presso gasdotti di importazione o presso le principali linee nazionali di trasporto, è un sistema di compressione e di spinta composto da più centrali ubicate nei punti strategici della rete dei metanodotti.

Cliente finale

Persona fisica o giuridica che non esercita l’attività di distribuzione e che preleva l’energia elettrica, per la quota di proprio uso finale, da una rete con obbligo di connessione di terzi anche attraverso reti interne di utenza e linee dirette.

Cliente idoneo

Cliente che, in base alle disposizioni normative, ha la possibilità di scegliere liberamente il proprio fornitore di energia elettrica. Nel mercato elettrico, dal 1° luglio 2004, sono clienti idonei tutti i consumatori non domestici.

Clienti vincolati

Sono i clienti che non possono accedere al mercato libero e scegliere quindi il proprio fornitore (nel settore elettrico dal 1° luglio 2004 e sino al 1° luglio 2007, restano ancora vincolati i soli consumatori privati).

Co2

Anidride carbonica: componente dell'atmosfera e prodotto finale della combustione, contribuisce all'effetto serra.

Codice di rete

Nel caso del gas naturale, ai sensi del Decreto Letta il codice di rete è il codice contenente regole e modalità per la gestione e il funzionamento della rete. Nel settore del gas, il codice di rete si riferisce al paradigma contrattuale del Network Code inglese. Secondo tale paradigma il codice di rete viene inteso come l'insieme univoco delle condizioni generali di fornitura del servizio di trasporto, salvo le determinazioni che sono specifiche dei singoli rapporti contrattuali: nomi dei contraenti, scelta dei servizi fra quelli contemplati nel codice, scelta della durata fra quelle contemplate, quantità, e così via.

Codice di stoccaggio

Codice contenente regole e modalità per la gestione e il funzionamento di un sistema di stoccaggio.

Combustibili fossili

Sono il carbone, il petrolio e il gas naturale. Oggi costituiscono la quasi totalità dei consumi mondiali di energia.

Compressione

Trasformazione termodinamica che comporta una diminuzione di volume a causa di un aumento di pressione. Per mantenere il flusso del gas in pressione all'interno dei metanodotti occorre effettuare un'operazione di compressione ad intervalli regolari (compresi tra 100 e 200 km, in dipendenza di vari fattori tecnici e gestionali), così da compensare l'energia dissipata dall'attrito viscoso tra le molecole del gas e tra queste e la parete interna della condotta. La compressione avviene di solito a partire da 55­60 bar (in dipendenza di vari fattori tecnici ed economici).

Concessione

Atto amministrativo con il quale il titolare di un diritto esclusivo assegna a terzi l'esercizio di un'attività che altrimenti sarebbe riservata solamente all'autorità concedente. Nel settore del gas, la concessione permette al Comune, titolare del servizio, di attribuire le attività di distribuzione del gas a un soggetto terzo. L'articolazione dei diritti e degli obblighi del concessionario costituisce parte integrante del disciplinare di concessione.

Consorzio

Un consorzio è un’aggregazione di più operatori, indipendentemente dal settore in cui essi operano, costituita per coordinare determinate fasi della loro attività produttiva e raggiungere uno scopo comune.

Corrente elettrica

La corrente elettrica è un qualsiasi flusso di carica elettrica, tipicamente attraverso un filo metallico o qualche altro materiale conduttore.

Decreto Letta - Decreto Legislativo 23 maggio 2000, n. 164

Il processo di regolamentazione è stato avviato a livello europeo dalla Direttiva Gas (Direttiva 98/30 CE del Parlamento e del Consiglio Europeo, recante norme comuni per il trasporto, la distribuzione, la fornitura e lo stoccaggio del gas naturale. La Direttiva Gas, è stata recepita in Italia nel maggio 2000 mediante il Decreto Letta (Decreto Legislativo 23 maggio 2000, n. 164).

Tale decreto ha radicalmente modificato le condizioni di svolgimento del servizio pubblico di distribuzione del gas a mezzo reti locali con l’obiettivo di introdurre la concorrenza , promuovere l’efficienza e la qualità della fornitura. In termini sintetici, la Direttiva Gas ha introdotto i seguenti principi fondamentali:

Dispacciamento gas

Nel mercato del gas naturale l'attività di dispacciamento è definita come attività diretta ad impartire disposizioni per l'utilizzazione e l'esercizio coordinato degli impianti di coltivazione (estrazione gas naturale), di stoccaggio, della rete di trasporto e di distribuzione e dei servizi accessori.

Dispacciamento energia elettrica

Nel mercato dell’energia elettrica, è l'attività di gestione e regolazione coordinata degli impianti di produzione, della rete di trasmissione nazionale e dei servizi ausiliari. E’ un’attività che il Decreto Bersani ha affidato al Gestore della Rete di Trasmissione Nazionale; oggi è di competenza di Terna – Rete Elettrica Nazionale S.p.A.

Distributore energia elettrica

Chiamato anche “Società di distribuzione” è il soggetto responsabile della distribuzione locale, è proprietario della rete elettrica cui sono allacciati direttamente i clienti finali, che gestisce nel rispetto delle regole fissate dall’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas e dal Gestore della Rete di Trasmissione Nazionale.

Distribuzione

Nel mercato dell’energia elettrica, è l'attività di trasporto e di trasformazione dell'energia dalla rete di trasmissione nazionale ai clienti finali.

Distribuzione gas

Nel mercato del gas il termine è genericamente riferito all'attività di trasporto del gas e si distingue tra distribuzione primaria, che avviene normalmente con reti ad alta pressione (> 5 bar), partendo dai metanodotti principali (o dorsali), e distribuzione secondaria, che è svolta a livello locale tramite reti a media pressione (tra 0,5 e 5 bar) e bassa pressione (<0,5 bar).

Effetto serra

Fenomeno di surriscaldamento dell'atmosfera dovuto alla presenza di particolare gas che, trasparenti alla radiazione solare incidente, non consentono la dispersione delle radiazioni provenienti dalla terra. Il principale gas serra è il vapore d'acqua, che da solo riscalda l'atmosfera terrestre fino a circa 30°C, seguono poi in ordine di importanza il metano, l'anidride carbonica, alcuni ossidi di azoto, l'ozono ed altri composti in traccia.

Efficienza

Nell’ambito del settore gas, l’efficienza è strettamente correlata, oltre che alla minimizzazione dei costi nelle attività di trasporto e di distribuzione, alla continuità del servizio, elemento che incide sulla sua affidabilità e qualità.

Efficienza energetica

Produzione e utilizzazione razionale dell'energia e possibilità di risparmio. L'uso efficiente dell'energia permette di ridurre il consumo energetico. In questo modo è possibile da un lato diminuire le emissioni e il consumo di risorse e dall'altro aumentare la sicurezza dell'approvvigionamento.

Emission trading (ET)

Strumento flessibile previsto dagli accordi di Kyoto ( Si veda anche: Protocollo di Kyoto) finalizzato a permettere lo scambio di crediti d’emissione tra paesi o società in relazione ai rispettivi obiettivi. Una società o una nazione che abbia conseguito una diminuzione delle proprie emissioni di gas serra superiori al proprio obiettivo potrà cedere (ricorrendo all’ET) tali “crediti” a un paese o una società che, al contrario, non sia stata in grado di abbattere sufficientemente le proprie emissioni. Rappresenta uno strumento alternativo alla regolamentazione delle emissioni.

Energia elettrica

L'energia elettrica è una forma di energia legata a forze e campi di origine elettrica, ovvero che coinvolge il movimento di cariche elettriche.

Energia sensibile (energia rinnovabile)

Produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili.

Energia sostenibile

Produzione di energia con tecnologie alternative incentivate (es.: impianti eolici, pannelli solari, impianti fotovoltaici sfruttamento energia solare, impianti biogas, impianti biomasse cogenerazione, etc.).

Fascia oraria

Arco di tempo in cui un cliente preleva energia elettrica. Esistono quattro fasce orarie: F1 (ore di punta), F2 (ore di alto carico), F3 (ore di medio carico), F4 (ore vuote).

Fornitura

L'insieme delle attività di distribuzione e vendita dell'energia elettrica e gas naturale.

Gas naturale

Il cosiddetto “gas naturale” è una miscela di diversi gas combustibili, sia idrocarburi, sia non idrocarburi.

Sono idrocarburi (cioè composti organici costituiti da carbonio e idrogeno) etano, propano, butano e metano: quest’ultimo costituisce la massima parte del gas naturale, che viene quindi spesso chiamato semplicemente, anche se impropriamente, “metano”.

Sono non idrocarburi, fra gli altri, anidride carbonica, azoto, idrogeno solforato.

Il gas viene misurato in base al volume, ossia alla porzione di spazio che occupa; il volume del gas varia in funzione della sua temperatura e della sua pressione (cioè la forza che esercita sulle pareti del solido che lo contiene). Presente nel sottosuolo, quasi sempre in associazione a giacimenti petroliferi, il gas naturale è una comune fonte di energia per fini sia industriali sia civili.

Rispetto ad altre fonti di energia (il petrolio, ma anche il carbone o la legna), l’impatto ambientale del gas è decisamente inferiore. La sua combustione, infatti, non genera né ossidi di zolfo, né prodotti ad alta complessità, ma solo composti di anidride carbonica e acqua.

Gas naturale liquido (GNL)

Porzioni di gas che si liquefanno in superficie negli impianti separatori o di trattamento del gas. Il GNL è composto essenzialmente da propano, butano e pentano, ma è più leggero della gasolina naturale.

Gas di petrolio liquefatti (GPL)

Famiglia di prodotti petroliferi costituita principalmente da idrocarburi semplici come il propano e il butano, che si trovano allo stato gassoso a temperatura e pressione atmosferica ordinaria ma che possono essere facilmente liquefatti con l'aumento della pressione.

Gas serra

Sostanze inquinanti presenti nell'atmosfera che tendono a bloccare l'emissione di calore dalla superficie terrestre. La loro concentrazione crescente nell'atmosfera produce un effetto di riscaldamento della superficie terrestre e della parte più bassa dell'atmosfera. Qualora l'accumulazione progressiva e accelerante di questi gas continui incontrollata, secondo molti scienziati è probabile che si determini una tendenza al surriscaldamento della superficie terrestre e alla modificazione del clima. Tuttavia, permangono incertezze sull'entità di tali effetti e sulla loro configurazione geografica e stagionale. L'elenco dei gas serra è molto ampio. Il Protocollo di Kyoto prende in considerazione un basket di 6 gas serra: l'anidride carbonica (CO 2 ), il metano (CH 4 ), il protossido di azoto (N 2 O), i clorofuorocarburi (CFC), i perfluorocarburi (PFC) e l'esafloruro di zolfo (SF 6).

GenCo (Generation Company)

Gruppi di centrali di produzione appositamente costituiti da Enel S.p.A. e messe in vendita sul mercato per effetto del Decreto Bersani, in particolare dell'articolo 8, comma 1: "A decorrere dal 1 gennaio 2003 a nessun soggetto è consentito produrre o importare, direttamente o indirettamente, più del 50% del totale dell'energia elettrica prodotta e importata in Italia".

GME, Gestore del Mercato Elettrico

Società per azioni controllata al 100% dal Gestore della Rete di Trasporto Nazionale, ha il compito di gestire operativamente il mercato dell'elettricità garantendo condizioni di trasparenza ed efficienza. Il GME gestisce inoltre l'IPEX o Borsa elettrica, e i mercati non elettrici.

GRTN, Gestore della Rete di Trasmissione Nazionale

Oggi i suoi compiti sono svolti da Terna – Rete Elettrica Nazionale S.p.A. Società per azioni, di proprietà del Ministero del Tesoro, responsabile della trasmissione e del dispacciamento dell'energia elettrica.

Hub

E’ un polo atto a fornire un servizio diversificato (compressione, trattamento, smistamento, stoccaggio). Viene così definita anche la borsa del gas naturale.

Impianto di rigassificazione

Impianto adibito alla trasformazione del Gas Naturale Liquefatto (GNL) in gas naturale.

Impianto di stoccaggio

Luogo dove è immagazzinato il gas naturale, trasferito dalla sua sede originale. Generalmente sono utilizzati giacimenti di gas esausti, nei quali viene nuovamente immesso il gas. A livello sperimentale, si stanno prendendo in considerazione anche bacini geologici naturali, come ad esempio giacimenti esauriti di petrolio, bacini d’acqua prosciugati e ricoperti da una cappa rocciosa impermeabile o volte sotterranee.

IPEX (Italian Power Exchange)

Detto anche Borsa elettrica, è il mercato fisico per lo scambio "all'ingrosso" di quantità stabilite di energia, basato su un meccanismo di asta e sulla definizione di programmi di immissione e di prelievo dalla rete di trasmissione nazionale. I programmi e le quantità di energia scambiate vengono regolati sulla base di un libero sistema di domanda e offerta, previa verifica della loro rispondenza ai vincoli della rete da parte del Gestore della Rete di Trasmissione Nazionale.

JI (Joint Implementation)

Meccanismo flessibile previsto dal Protocollo di Kyoto in base al quale, una società di un paese Annex 1 (paesi “industrializzati” firmatari del Protocollo) possa realizzare un progetto che determini una riduzione delle emissioni di gas serra in un altro paese Annex 1, e spartire, in base ad un accordi tra le parti, i crediti relativi alle emissioni evitate.

Mercato del gas:

Il mercato del gas in Italia si articola in quattro fasi fondamentali:

In dettaglio

Mercato secondario delle capacità

Mercato in cui gli operatori si scambiano porzioni di capacità di accesso alla rete del trasporto del gas.

Metano (CH4)

Idrocarburo composto dal carbonio utilizzato come combustibile per la produzione di energia elettrica in centrali a ciclo combinato.

Metanodotti

Sistema di tubazioni a maglia, dimensionate e sottoposte a condizioni di esercizio, che garantisce l’alimentazione di tutta la rete.

Mono oraria

Tipologia di opzione tariffaria dei clienti elettrici che pagano allo stesso modo l'energia consumata nell'arco della giornata, indipendentemente dalle fasce orarie o dai giorni della settimana.

Multi oraria

Tipologia di opzione tariffaria dei clienti elettrici che pagano l'energia consumata in modo diverso a seconda delle fasce orarie e dei giorni della settimana. Le fasce orarie sono state stabilite dalla Delibera dell’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas 5/04.

Odorizzante

Poiché in natura il gas è privo di odori, al fine di individuare eventuali perdite da tubazioni ed impianti, viene normalmente aggiunta al gas una sostanza che gli conferisce un odore caratteristico, facilmente individuabile. Tale operazione viene definita odorizzazione.

Opzione tariffaria

Insieme di corrispettivi unitari, definito dal fornitore ed offerto a tutti i clienti appartenenti alla stessa tipologia, che determina l'esborso a carico del cliente per la fruizione del gas, al netto degli oneri fiscali.

Perdite di trasporto e distribuzione gas

Nelle reti di trasporto e di distribuzione del gas naturale si generano perdite per dispersioni e per consumo nelle stazioni di compressione e negli impianti di trattamento.

Periodo regolatorio (gas)

Nel settore del gas, è il periodo in cui si applica un determinato regime regolatorio, con riferimento alla distribuzione. In Italia esso ha una durata pari a 4 anni. In particolare, ad oggi sono stati definiti tre periodi regolatori:

Per ognuno sono stati definiti dall’AEEG un parametro di recupero di efficienza (vincolo percentuale sui ricavi,) e una percentuale di ritorno sul capitale investito.

Permessi di emissione

Il Protocollo di Kyoto ha introdotto la possibilità di ricorrere a questo strumento in ambito internazionale.

Pig - Smart pig

Apparecchiatura che viene utilizzata per pulire ed ispezionare una condotta (oleodotto, gasdotto, etc.).

I pig intelligenti o smart pig sono apparecchiature che portano incorporati sensori e strumenti per il controllo dell’integrità della condotta.

Potere calorifico (potere calorifico superiore, PCS; potere calorifico inferiore, PCI)

Quantità di calore prodotta dalla combustione completa (ossia in eccesso di aria, con formazione di CO2, SO2, O2, N2 e vapor d’acqua) di un quantitativo unitario di combustibile, in peso o volume, in determinate condizioni di pressione e temperatura. A seconda dei Paesi il potere calorifico viene espresso in kcal/kg oppure in Btu/lb (libbra) e per i gas in kcal/Nm3 (normal metro cubo) oppure in Btu/cubic foot oppure joule/m3. I poteri calorifici espressi in MBtu sono sempre relativi al potere calorifico superiore e pertanto dovrebbero essere diminuiti del 9%. Il potere calorifico è una proprietà fondamentale per la valutazione qualitativa dei combustibili.

Price cap

Criterio di regolazione della dinamica tariffaria. Si traduce nella fissazione ex ante di un limite superiore alla variazione tariffaria di specifici servizi in un arco temporale predeterminato generalmente pluriennale. Nella sua versione più semplice il vincolo alla crescita dei prezzi è dato dall'espressione t = p - x, dove p è il tasso di inflazione e x è il tasso di variazione della produttività. Il metodo fa si che ogni risparmio di costo in eccesso a quello implicito nelle regole si traduca in maggiori profitti.

Protocollo di Kyoto

Protocollo firmato nel dicembre del 1997 a conclusione della terza sessione plenaria della Conferenza delle parti (COP3) della Convenzione Quadro sui Cambiamenti climatici (United Nation Framework Convention on Climate Change). Atto esecutivo che contiene obiettivi legalmente vincolanti e decisioni sulla attuazione operativa di alcuni degli impegni della Convenzione Quadro. Il Protocollo impegna i paesi industrializzati e quelli ad economia in transizione (i paesi dell'Est europeo) a ridurre complessivamente del 5,2 per cento le principali emissioni antropogeniche di gas serra entro il 2010 e, più precisamente, nel periodo compreso tra il 2008 e il 2012. Il basket di gas serra considerato nel Protocollo include sei gas: l'anidride carbonica, il metano, il protossido di azoto, i fluorocarburi idrati, i perfluorocarburi, l'esafloruro di zolfo.

Punto di consegna gas

Il punto di prelievo in uscita dalla rete di gasdotti, dove il fornitore consegnerà al cliente il gas oggetto del contratto, o un aggregato di tali punti, nel caso di rete interconnessa.

Punto scambio virtuale (PSV)

Si tratta della Borsa del gas (HUB), ossia un punto di scambio virtuale che le aziende del comparto hanno costituito senza alcun vincolo. La Borsa del metano è un mercato telematico, basato su tecnologie virtuali, e si trova nel sito Web della Snam Rete Gas . Gli operatori possono accedere alla “piazza” del gas attraverso i filtri delle password. Nel sito sono anche pubblicati gli elementi salienti dei contratti di compravendita, in modo che il mercato esprima le indicazioni di prezzo di riferimento. C’è anche un supporto informatico che consente gli scambi e la visualizzazione degli andamenti della Borsa del gas.

Qualità del servizio

La "qualità commerciale"Si riferisce alla tempestività di esecuzione delle prestazioni richieste dagli utenti (come ad esempio: preventivi, allacciamenti, attivazioni, verifiche tecniche, risposta a reclami e richieste scritte di informazioni), alla puntualità degli appuntamenti con gli utenti, alle caratteristiche di frequenza di lettura dei consumi degli utenti e di adeguatezza delle modalità di fatturazione.

La regolazione della "qualità commerciale" avviene tramite specifici livelli di qualità e gli standard generali di qualità.

RAB (Regulatory Asset Base)

Valore del capitale investito netto come riconosciuto dall’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas alle società di trasporto e distribuzione al fine della determinazione delle tariffe applicabili.

Rete elettrica distribuzione

Una "rete" è un insieme di stazioni elettriche, di linee aree o in cavo e di altri impianti elettrici collegati tra di loro allo scopo di convogliare l'energia elettrica prodotta dalle centrali verso i consumatori finali.

Rete di Trasmissione Nazionale

Il complesso della rete di trasmissione (nazionale), delle reti di distribuzione (locali) e delle stazioni di trasformazione elettrica presenti sul territorio nazionale e gestite unitariamente.

Rete di distribuzione del gas naturale

Rete di gasdotti locali a bassa pressione con diametro ridotto, gestita da società di distribuzione locale del gas per la consegna ai clienti finali.

Rete di trasporto del gas naturale

La rete composta da gasdotti ad alta e media pressione e a largo diametro gestita dai trasportatori di gas naturale per il trasporto per conto degli Shipper ai grandi utenti direttamente collegati alla rete di trasporto ed alle società di distribuzione locale. Da tale rete sono esclusi i gasdotti di coltivazione e le reti di distribuzione.

Rigassificazione del gas naturale liquefatto (GNL)

Il gas naturale liquefatto, trasportato da una nave metaniera, a pressione atmosferica e temperatura di –161°C, arriva al terminale marittimo, ove viene stoccato in serbatoi coibentati fino al momento in cui se ne renda necessaria l’utilizzazione. Quando ciò avviene, l’impianto riporta il gas naturale dallo stato liquido allo stato gassoso, lo comprime alla pressione del gasdotto e lo immette nel gasdotto stesso.

Riserve gas

Si definiscono riserve i volumi stimati di petrolio greggio, gas naturale, condensati da gas naturale, liquidi recuperati da gas naturale e sostanze ad essi associate che si prevede possano essere commercialmente recuperati da giacimenti noti, a partire da una certa data in avanti, nelle condizioni economiche esistenti al momento, impiegando tecniche operative già note e con la normativa di legge vigente.

Servizi accessori (gas)

Servizi necessari per la gestione di una rete di trasporto o di distribuzione del gas, come ad esempio i servizi di regolazione della pressione, il bilanciamento del carico, la miscelazione.

Shipper (gas)

Gli Shipper producono o importano gas ovvero lo acquistano da produttori nazionali, o da altri Shipper, per rivenderlo a utenti finali (industrie e centrali termoelettriche), grossisti, aziende di distribuzione locale o altri Shipper.

Sicurezza gas

L’uso del gas distribuito a mezzo di rete richiede una grande attenzione agli aspetti della sicurezza, intesa come salvaguardia fisica delle persone e delle cose dai danni derivanti da esplosioni, da scoppi e da incendi provocati dal gas.

Migliori condizioni di sicurezza dipendono dall’odorizzazione del gas, dalla riduzione delle dispersioni e dalla presenza di un servizio di pronto intervento in grado di intervenire tempestivamente in caso di chiamata. Per motivi tecnici, non è possibile ridurre a zero le dispersioni dagli impianti di distribuzione del gas, ma è possibile contenerne il numero e l’entità anche al fine di minimizzare l’impatto ambientale derivante dalle fughe di gas naturale per la conseguente diffusione in atmosfera di gas aventi caratteristiche di gas serra.

Sistema Elettrico Nazionale

Il complesso degli impianti di produzione, delle reti di distribuzione, dei servizi ausiliari e dei dispositivi di interconnessione (cioè di collegamento alla frontiera di importazione e agli impianti di generazione) e dispacciamento presenti sul territorio nazionale.

Stoccaggio gas

Deposito di prodotti realizzato per adeguare la risposta dell'offerta alle esigenze periodiche del mercato. Può riguardare prodotti petroliferi, semilavorati, intermedi, petrolchimici, prodotti finiti, gas naturale. Nel caso del gas naturale lo stoccaggio può essere stagionale o di picco e risponde alle esigenze di soddisfare la variabilità della domanda (modulazione), cui non può fare fronte esclusivamente il sistema di trasporto, attraverso la variazione, entro i limiti consentiti, della pressione di esercizio della rete. Nel settore del gas si distingue, inoltre, tra stoccaggio operativo e stoccaggio strategico.

Società di vendita energia e gas

Sono i soggetti autorizzati ad intrattenere rapporti commerciali di vendita con i clienti finali in libero mercato dell'energia e del gas.

Tariffa gas

La tariffa del gas, determinata dall’Autorità dell’Energia, è il corrispettivo da pagare per l’utilizzo delle reti (trasporto e distribuzione), per lo stoccaggio e per l'utilizzo dei terminali di GNL.

Le tariffe per il trasporto e le tariffe per lo stoccaggio tengono conto della necessità di non penalizzare le aree del Paese con minori dotazioni infrastrutturali, soprattutto le aree del Mezzogiorno. In particolare, per le tariffe di stoccaggio, al fine di promuovere il potenziamento e lo sviluppo dei nuovi giacimenti e delle infrastrutture esistenti meno efficienti, è stata prevista una tariffa unica nazionale contemperata da un sistema di perequazione per garantire agli operatori il recupero dei ricavi derivanti da costi territorialmente differenti. Con riferimento alle tariffe per l'utilizzo dei terminali di GNL, si è mantenuta una ripartizione del vincolo sui ricavi nelle componenti capacity e commodity, pari rispettivamente all’80% e al 20% del vincolo. Inoltre, data la necessità di nuova capacità di rigassificazione, è stato previsto il riconoscimento di un ricavo addizionale a fronte della realizzazione di nuovi investimenti, anche in corso d’opera. Per l’attività di trasporto del gas sulla rete nazionale dei gasdotti, l’Autorità ha definito una tariffa basata sul modello entry-exit, che prevede un corrispettivo per ciascun punto di ingresso e di uscita dalla rete. Le tariffe di trasporto, inoltre, tengono conto sia della capacità impegnata e della distanza di trasporto sia della quantità trasportata indipendentemente dalla distanza.

Le tariffe per la distribuzione, infine, tengono conto della necessità di remunerare iniziative volte ad innalzare l'efficienza di utilizzo dell'energia e a promuovere l'uso delle fonti rinnovabili, la qualità, la ricerca e l'innovazione finalizzata al miglioramento del servizio, di non penalizzare le aree in corso di metanizzazione e quelle con elevati costi unitari. Nel complesso le tariffe sono determinate in modo da garantire una congrua remunerazione del capitale investito e allo stesso tempo incentivare l’efficienza del sistema.

Teleriscaldamento

Sistema di riscaldamento a distanza di un quartiere o di una città che utilizza il calore prodotto da una centrale termica, da un impianto a cogenerazione o da una sorgente geotermica. In un sistema di teleriscaldamento il calore viene distribuito agli edifici tramite una rete di tubazioni in cui fluisce l'acqua calda o il vapore.

Tensione (Altissima, Alta, Media, Bassa)

  • Altissima: tensione superiore a 150 kV
  • Alta :tensione compresa fra 35 e 150 kV
  • Media: tensione compresa fra 1 e 35 kV
  • Bassa: tensione inferiore a 1 kV
  • Terna

    Terna (Rete Elettrica nazionale S.p.A.) è la società responsabile della trasmissione e del dispacciamento dell’energia elettrica sulla rete ad Alta e Altissima tensione. Terna è una società per azioni, quotata in Borsa.

    Trasmissione energia elettrica

    L'attività di trasporto e trasformazione dell'energia elettrica sulla rete interconnessa (cioè collegata alla frontiera di importazione e agli impianti di generazione), ad Altissima ed Alta tensione. La trasmissione è un'attività regolata dal GRTN. Secondo la definizione dello stesso GRTN, "Trasmettere l'energia elettrica significa trasferire tutta l'energia immessa nella rete di Alta tensione dagli impianti di produzione e dalle linee di interconnessione con l'estero ai punti di prelievo".

    Trasmissione gas naturale

    Il trasporto di gas naturale finalizzato alla fornitura ai clienti, effettuato attraverso una rete di gasdotti ad alta pressione.

    Trattamento del gas

    Processo di elaborazione che tratta il gas in modo da attribuirgli particolari caratteristiche, quali ad esempio: l'odorizzazione, l'eliminazione della componente solforica, l'addizione di un altro gas per potenziarne il potere calorifico.

    Unità di misura gas

    Per quanto riguarda il gas si hanno:

    Unità di misura energia elettrica

    Vendita di gas

    Cessione a titolo oneroso di gas; si distingue la vendita in alta/media pressione da parte del trasportatore ai propri clienti finali (aziende di distribuzione, utenti industriali ed elettrici) dalla vendita in bassa pressione effettuata dalle aziende di distribuzione all'utenza civile.

    Working gas

    Ai sensi del decreto legislativo n. 164/00, art. 2 c. 1 è il "quantitativo di gas presente nei giacimenti in fase di stoccaggio che può essere messo a disposizione e reintegrato, per essere utilizzato ai fini dello stoccaggio minerario, di modulazione e strategico, compresa la parte di gas producibile, ma in tempi più lunghi rispetto a quelli necessari al mercato, ma che risulta essenziale per assicurare le prestazioni di punta che possono essere richieste dalla variabilità della domanda in termini giornalieri ed orari".

    Energia  Sicura  e  Conveniente
    ContattaciEnergia Alternativa RinnovabileContattaciEnergia Alternativa RinnovabileContattaciEnergia Alternativa RinnovabileContattaciEnergia Alternativa RinnovabileContattaciEnergia Alternativa RinnovabileContattaciEnergia Alternativa RinnovabileContattaciEnergia Alternativa RinnovabileContattaciEnergia Alternativa RinnovabileContattaciEnergia Alternativa RinnovabileContattaciEnergia Alternativa Rinnovabile
    ContattaciEnergia Alternativa RinnovabileScambio LinkEnergia Alternativa RinnovabileArea RiservataEnergia Alternativa RinnovabileNovitàEnergia Alternativa RinnovabileGlossarioEnergia Alternativa RinnovabileDocumentiEnergia Alternativa RinnovabilePreventiviDepurazione AcquaRichiedi una partnership con questo sitoDepurazione AcquaSuggerimenti per lo sviluppo del sitoEnergia Alternativa Rinnovabileil motore di ricerca ecologico
    Energia Alternativa Rinnovabile
    Energia Alternativa Rinnovabile
    Aree Tematiche



     Fornitura Energia Elettrica 

     Fornitura Gas Metano 

     Fornitura Integrata Energia Gas 

     Normativa 



    Motore di Ricerca Ecologico



    Sezioni Tematiche
    del Portale

    Risorse Esterne



    Energia Alternativa Rinnovabile
     Data e ora
     24 Novembre 2017
    Venerdi' ore 06:50